RICCHEZZA E POVERTA’?

fb_img_1454714770036

Cos’è la ricchezza? La ricchezza è uno stato del proprio essere del proprio stato di coscienza, dal punto di vista materiale si può essere ricchi con tantissimi beni, si può essere ricco senza possedere nulla, quindi la ricchezza parte dalla mente.

Cos’è la povertà? L’opposto della ricchezza è uno stato di coscienza di non essere del proprio stato di coscienza, si può essere povero con tantissimi beni, si può essere poveri senza possedere nulla, quindi la povertà parte dalla mente.

Quali sono le differenze tra ricchezza e povertà? Un ricco dà (nel senso di dare, donare), stipendio, inventiva, gioia, passione, stimoli, motivazioni, non agisce nel ricevere agisce nel dare se stesso la sua impresa nel mondo; la povertà prende continua a credere che devo prendere dallo stato, dalle persone, dall’azienda, dalle relazioni.

Le due differenze possiamo vederle nelle parole IM-PRENDITORE (mettere insieme per dare quindi alla fine riceve), e PRENDITORE (continua richiesta di chiedere e prendere senza far nulla).

Mi viene in mente MADRE TERESA DI CALCUTTA, attraverso la cura dei malati suo unico scopo di vita era diventata “ricca” sia di cuore che di materia e usava la ricchezza per i malati; oppure WILLY SMITH attraverso il cinema e la musica mandare dei messaggi che tutti possono farcela, donando il massimo di se stesso, unico suo scopo di vita, è diventato “ricco” sia di cuore che di materia, di altri esempi ce ne sono un’infinità che ci fanno comprendere le loro convinzioni sulla ricchezza.

Ponendo la domanda alle persone di successo e ricche, cos’è che le differenzia dalle persone povere o non di successo, avrebbero risposto:

“Fare della propria vita, l’unico scopo, e cioè dare felicità a se stessi per donarla al mondo.”

Buona giornata Simone Torre.

Annunci